22-09-2017

UESSE Sarnico 1908: dove si coltiva il talento

UESSE Sarnico 1908: dove si coltiva il talento

Consumi ridotti dell’85% e totalmente rinnovata la qualità dell’illuminazione del campo: inaugurato il nuovo impianto d’illuminazione della UESSE Sarnico 1908 realizzato dagli esperti di Football Innovation per riqualificare la propria struttura.

Cosa accomuna i grandi campioni della Serie A - del calibro di Donnarumma, Bernardeschi, Immobile e Belotti - ai giocatori delle squadre dilettantistiche? Che tutti, ma proprio tutti, prima di approdare agli attuali club hanno calcato i campi di provincia, comiciando a tirare calci al pallone sin dalla più giovane età. I settori giovanili ed il calcio dilettantistico rappresentano la parte sommersa del movimento calcistico italiano, un iceberg la cui punta ben visibile è rappresentata dai grandi campioni della nostra Nazionale. A ben vedere, però, dalla Terza Categoria alla massima serie il calcio italiano è un tutt’uno, pur con le evidenti specificità di ciascuno, i rispettivi valori e numeri.

Dietro ogni grande campione, infatti, ci sono società dilettantistiche che rappresentano da sempre il terreno di coltura dei più grandi talenti del nostro paese. Ed è per questa ragione che il progetto Football Innovation, rappresenta una risorsa importante per il calcio italiano. L'iniziativa, nata da GEWISS in collaborazione con la Lega Nazionale Dilettanti e in partnership con CORUS, punta al rinnovamento degli impianti sportivi italiani a cominciare dall'illuminazione dei campi, fino alle tribune e agli spogliatoi. Contribuendo, in questo modo, a migliorare le condizioni che permetteranno a più di un milione di atleti in tutta Italia di esprimere al meglio le proprie capacità tecniche e, di conseguenza, alla crescita di tutto il movimento del calcio italiano.

Al progetto ha aderito anche la UESSE Sarnico 1908, che rappresenta un faro per i settori giovanili e le società dilettantistiche di tutta la provincia bergamasca.

In occasione dell’evento di presentazione del nuovo impianto - al quale hanno partecipato Giuseppe Baretti (presidente regionale della Lega Nazionale Dilettanti), Umberto Bortolotti (vice sindaco di Sarnico), Luca Bosatelli (CEO e vice presidente di GEWISS), Carlo Bonalumi (amministratore unico di Corus), Marco Ceudek (contractors manager di Gewiss), Giuseppe Bettera (consigliere con delega all’urbanistica del Comune di Sarnico) ed Emilio Ostinelli (Sales Manager di Limonta Sport) - Michele Paris, Presidente della UESSE Sarnico 1908, ha spiegato che “il precedente impianto di illuminazione, realizzato negli anni Ottanta, era molto energivoro e richiedeva molta manutenzione. Quindi, abbiamo puntato sul team di esperti di Football Innovation, in accordo con il Comune. Oggi, ad illuminare il nostro impianto sportivo abbiamo i nuovi proiettori a LED di GEWISS che ci hanno permesso di ridurre i consumi, i costi di gestione e la manutenzione. Abbiamo fatto questo investimento perchè il nostro obiettivo è arrivare fra tre anni ad avere 28 squadre, rispetto alle 23 attuali: alle squadre di selezione, composte cioè da bambini selezionati dai settori giovanili di altre società, abbiamo affiancato anche un'attività ludico-didattica locale, perchè gli spazi e la struttura ora ce lo consentono, con l'Accademia Vinci per la fasce d'età fra i 6 e i 12 anni".

Quando con la Lega Nazionale Dilettanti e con CORUS abbiamo siglato lo scorso anno l’accordo che ha portato alla nascita di Football Innovation”, ha raccontato Luca Bosatelli, CEO di Gewiss, “ad unirci è stato un solo obiettivo: contribuire in modo concreto e da protagonisti al rinnovamento nel mondo dello sport italiano. Un obiettivo molto ambizioso e impegnativo, perché sappiamo che va costruito nel tempo, ma il risultato di questo lavoro può essere apprezzato e capito proprio in questo contesto. Quello che abbiamo realizzato qui a Sarnico”, ha aggiunto, “rappresenta un esempio concreto del percorso che stiamo costruendo con Corus al fianco della Lega Nazionale Dilettanti. Un percorso che ha visto l'adesione già di molte società dilettantistiche e che speriamo di proseguire nei prossimi anni al fianco dei protagonisti dello sport italiano”.

"L’aspetto che sta più a cuore alla Lega Calcio è la sicurezza", ha dichiarato Giuseppe Baretti, presidente lombardo della Lega Nazionale Dilettanti. "È da questo pilastro che nasce Football Innovation. La messa in sicurezza è una delle esigenze che lo stesso Tavecchio ha espressamente messo sul tavolo di lavoro. La sicurezza però si deve accompagnare ad un altro aspetto fondamentale: il risparmio energetico. Investire oggi nella riqualificazione degli impianti esistenti significa migliorare il futuro sia dei giovani che di tutto il movimento calcistico italiano”.

Assicurare la giusta quantità di luce anche a centrocampo, distante più di 80 metri dalle sorgenti luminose, ha richiesto un'attenta analisi progettuale”, ha raccontato Carlo Alberto BONALUMI, amministratore unico di Corus, business partner di GEWISS nel progetto Football Innovation, “che ha portato ad un miglioramento sostanziale delle condizioni di luce e ad una riduzione dei consumi dell'85%, con una bolletta che dai 13.000 Euro scenderà a poco più di 2.100 Euro, realizzando un immediato ritorno economico dell’investimento anche attraverso la riduzione dei costi di gestione. Il tutto migliorando in modo determinante l'illuminazione in campo.

Esperienza, organizzazione, competenza, infrastrutture efficienti: questa la ricetta di Football Innovation e adottata dalla Uesse Sarnico 1908 per coltivare il talento delle nuove generazioni. E per far crescere i campioni di domani.